Perché spiegare la disabilità ai bambini, parliamone!

Perché spiegare la disabilita ai bambini

Oggi parliamo del perché è necessario spiegare la disabilità ai bambini. La domanda iniziale che mi pongo è: quanto si parla di disabilità oggi? Beh, per fortuna molto di più rispetto a qualche anno fa. Le diagnosi sono purtroppo in aumento, le associazioni di genitori a supporto dei bambini anche e, per fortuna, oggi un genitore di un bambino con diversa abilità difficilmente si sente solo.

I genitori fanno rete e si costituiscono come parte attiva per la difesa dei diritti dei loro bambini.

Quanto parliamo di disabilità ai nostri figli?

Ma ci sono un po’ di dubbi che mi sorgono…

Quanto la disabilità è sentita anche da chi non ha figli disabili?

Quanto i genitori parlano di disabilità ai loro figli?

E perché i genitori devono spiegare la disabilità ai bambini?

Sinceramente, penso che i genitori parlino poco ai propri figli di disabilità… forse perché non saprebbero bene cosa dire esattamente o perché, non vivendone a stretto contatto, non ne percepiscono il bisogno o perché… non saprei!

Prima di proseguire, per favore, dì che ti piace

3 ragioni per spiegare la disabilità ai bambini

Perché i genitori non spiegano ai loro figli la disabilità? E soprattutto perché è bene spiegare la disabilità ai bambini? Dobbiamo spiegare la disabilità ai nostri bambini per almeno tre ragioni, tutte altamente formative e utili nella crescita dei nostri figli.

  1. ciò che non conosciamo ci fa paura – sapere che non siamo tutti uguali o che ci sono bambini che hanno bisogno di essere aiutati per raggiungere determinate tappe, li aiuta a farsi meno domande e soprattutto a darsi già delle risposte. Un bambino informato può sicuramente diventare co-protagonista di un progetto di inclusione che inizia già dalla tenera età;
  2. si sviluppa la cultura della solidarietà – spiegare la disabilità agevola la diffusione della cultura della solidarietà; i bambini sono naturalmente predisposti ad aiutare il compagno in difficoltà, siamo noi adulti che, invece, siamo così tristemente abituati a pensare solo a noi e al nostro star bene.
  3. l’integrazione è un dovere sociale – riuscire a integrare nella nostra comunità i compagni con diversa abilità non è solo un loro diritto ma oserei dire un dovere sociale. Abbiamo la responsabilità di costruire una società accogliente che sappia includere le diverse abilità, le diverse competenze, i diversi modi di fare e di essere.

Se i nostri figli saranno in grado di guardare agli altri come una ricchezza sapranno andare alla ricerca dei veri valori della vita. Pensare di bastare a se stessi è uno dei più grossi errori che possiamo fare e uno dei più errati insegnamenti che possiamo trasmettere ai nostri figli. Spiegate la disabilità ai vostri figli, fate in modo che interagiscano il più possibile con i loro amichetti diversamente abili e… chissà che anche voi non possiate scoprire tesori che neanche pensavate potessero esistere.

Qual è la vostra esperienza al riguardo? Scrivetela nei commenti!

Che ne pensi?

Social Mamma è anche tuo, condividi le tue esperienze con noi! Cosa pensi di Perché spiegare la disabilità ai bambini, parliamone!? Scrivilo qui sotto!
Parola chiave: spiegare la disabilità ai bambini