Spiegare il valore dei soldi ai bambini: 3 metodi da applicare

Spiegare il valore dei soldi ai bambini

In tempi di crisi sicuramente vi sarà capitato di dire: dobbiamo fare economia! Ma un conto è dirselo tra adulti e un altro è spiegarlo ai bambini. Come spiegare il valore dei soldi ai bambini? Come dire a tuo figlio che dobbiamo risparmiare? Come chiedergli di rinunciare, almeno momentaneamente, alla cosa che più desidera al mondo? Non è facile farglielo capire… per diversi motivi.

Prima di proseguire, per favore, dì che ti piace

Perché è difficile far comprendere il valore dei soldi ai bambini

  • un bambino difficilmente riesce a proiettarsi verso i suoi bisogni futuri: un bambino non afferra appieno il concetto di rinunciare a qualcosa ora per poi ritrovarsi qualcosa in più domani. Il suo bisogno non può essere “congelato” e trovare soddisfazione in un altro momento - twitta questa frase! > ;
  • il suo bisogno non può essere quasi mai sostituito: se il piccolo esprime il desiderio di una determina cosa, difficilmente riusciremo a far deviare la sua attenzione verso altro;
  • la società crea falsi miti che influenzano anche i bambini: mai come in questo periodo storico i mass media manipolano i nostri desideri e scandiscono le nostre priorità e i bambini, fin troppo esposti alla loro influenza, non sono esenti da questo processo.

Ok, quindi non sarà facile far capire ai nostri bimbi che bisogna risparmiare, ma qualcosa possiamo provare ad escogitare… vediamo insieme cosa!

Ecco allora come spiegare il valore dei soldi ai bambini e invogliarli a risparmiare

  1. Risparmio come gioco: procuratevi un bel salvadanaio, personalizzato o del supereroe preferito da vostro figlio, organizzate con lui la strategia del risparmio con l’obiettivo di rendere sempre più potente il suo personaggio preferito. Così facendo rinunciare a qualcosa potrebbe essere più motivante per il bambino perché vorrà dire contribuire ad aumentare i poteri del supereroe non semplicemente privarsi di qualcosa a cui tiene. E un bambino per il suo supereroe preferito è disposto a tutto!
  2. Fate vedere che anche voi siete “costretti”  a rinunciare a qualcosa che vorreste e che magari comprerete in un altro momento. I sacrifici sono chiamati a farli tutti, è vero che una mamma si priverebbe anche del proprio cibo pur di vedere il sorriso sulla bocca di suo figlio ma è anche vero che trasmettere valori del sacrificio e della parsimonia non può che aiutare il bambino a responsabilizzarsi già da piccolo e ad evitare gli sprechi;
  3. Aiutate ad associare ai soldi un valore. E ancora presto per far apprendere a vostro figlio a familiarizzare con il denaro, ma una cosa la possiamo ancora fare. Far associare il colore dei soldi a degli oggetti per loro di valore in una scala dal meno importante per il bambino al più importante (es. Un piccolo peluche: 1€, monetina; il suo libretto preferito: 5€, banconota celeste; il suo spiderman: 10€, banconota rossa ecc).  Quando il bambino è al supermercato e vuole una cosa da 10 euro provate a chiedergli: tu mi daresti il tuo Spiderman…? Il senso di questa operazione è quello di far iniziare ad attribuire valore ai soldi: non sono semplici carte colorate, ma cose preziose!

Alle volte vi sembrerà triste dover dire troppi “no” al vostro bambino, pur di risparmiare, ma

“Se aggiungi poco al poco, ma lo farai di frequente, presto il poco diventerà molto.” Esiodo

Potrebbe interessarti anche un articolo sulla paghetta ai bambini, leggilo qui »

Che ne pensi?

Social Mamma è anche tuo, condividi le tue esperienze con noi! Cosa pensi di Spiegare il valore dei soldi ai bambini: 3 metodi da applicare? Scrivilo qui sotto!
Parola chiave: Spiegare il valore dei soldi ai bambini