Socializzazione dei bambini autistici: chi l’ha detto che non si può?

socializzazione dei bambini autistici

Oggi Social Mamma vuole sfatare una falsa credenza in ambito di autismo: ai bambini autistici non piace socializzare! Ma è davvero così? Nella maggior parte dei casi non proprio. La difficoltà di relazione che spesso si presenta in bambini e ragazzi con disturbo dello spettro autistico è sicuramente una difficoltà oggettiva, soprattutto quando, come nel caso di bambini non vocali, intacca anche la sfera della comunicazione.

C’è da dire però che noi adulti abbiamo il dovere e la responsabilità di aiutare i bambini affetti da questo disturbo a scoprire il piacere di giocare, mangiare, abbracciare e più in generale incontrare l’Altro.

Il ruolo della scuola nella socializzazione dei bambini autistici

Ma in particolare cosa possiamo fare per aiutare i bambini autistici a socializzare? Il ruolo più cruciale, neanche a dirlo, spetta alla scuola e in particolar modo agli insegnanti prima che ai genitori! Già la scuola è infatti il terreno fertile per creare situazioni sociali che possano allenare il nostro bambino autistico a relazionarsi con i suoi amichetti. Ma come può un insegnante diventare strumento di mediazione? La parola d’ordine è sensibilizzare! Sensibilizzare gli altri genitori, gli altri bambini, i colleghi, i dirigenti stessi a far conoscere potenzialità e difficoltà di questi bambini al di là della loro disturbo.

Prima di proseguire, per favore, dì che ti piace

Un concorso per le scuole

Oggi cogliamo la palla al balzo per offrirvi un’iniziativa che sposa appieno questo obiettivo. Si tratta del concorso “Io ho una persona con autismo in famiglia – Raccontami l’autismo” organizzato da Diversamente Onlus che è rivolto alle scuole di ogni ordine e grado di tutta Italia. Un disegno, un tema, un cartellone, un elaborato personale o un lavoro di gruppo. Qualsiasi strumento è concesso purché si riesca a raccontare l’esperienza di avere un compagno autistico nella propria classe. Creatività ma anche sensibilità d’animo come solo i bambini sono in grado di fare.

Dobbiamo far rumore, dobbiamo diffondere la cultura dell’inclusione sociale, dobbiamo iniziare a credere che questo è un traguardo reale non impossibile e a cui ci si arriva solo se iniziamo a credere che qualcosa possa cambiare. Super consigliata allora per tutte le insegnanti la partecipazione al concorso.

Ecco qui il link del progetto! Scadenza 30 aprile > www.diversamenteonlus.org

Buona partecipazione a tutti.

Che ne pensi?

Social Mamma è anche tuo, condividi le tue esperienze con noi! Cosa pensi di Socializzazione dei bambini autistici: chi l’ha detto che non si può?? Scrivilo qui sotto!
Parola chiave: bambini autistici