Grembiule a scuola: sei pro o contro? Per la psicologa…

Grembiule a scuola: sei pro o contro

La scuola è ormai lontana ma oggi c’è una notizia che ci proietta a settembre e che ha scatenato già molte polemiche. A renderla nota è Massimo Gramellini su La Stampa: presso le scuole dell’infanzia torinesi i bambini non dovranno più indossare il famoso grembiulino.

Un bel cambio di orientamento pedagogico, non c’è che dire! Il simbolo di omologazione e di rispetto delle regole per eccellenza perde quel valore per lasciar spazio a un altro set di valori: meglio che i bambini siano tutti diversi - twitta questa frase! > !

Ovviamente i genitori si sono schierati su due poli opposti.

Grembiule a scuola: sono pro

Pro grembiule: i genitori sostengono che l’avere una “divisa” abbia un forte significato per i propri figli, trasmette l’idea che le regole vanno rispettate ma soprattutto permette loro di identificarsi nel proprio gruppo-classe e di sentirsi, almeno a scuola, tutti uguali. Tutti uguali in che senso? A scuola non ci devono essere discriminazioni tra famiglie ricche e famiglie povere, non ha senso sfoggiare vestiti firmati, non è il luogo del “mostrare” bensì quello dell’apprendere e per apprendere bastano carta, penna, colori, giochi e se non ci si sporca tanto meglio!

Grembiule a scuola: sono contro

Contro il grembiule: dall’altra parte ci sono i genitori a favore di questo imminente provvedimento. E’ proprio sull’espressione “essere tutti uguali” che nasce il disaccordo. Questi genitori sostengono che andrebbe valorizzata la personalità di ciascun bambino e che, come per gli adulti, la personalità si esprime anche attraverso il modo di vestirsi e di abbinare i colori senza invece lasciare che la tinta di una stoffa possa appiattire le sfumature del modo di essere dei propri figli.

Prima di proseguire, per favore, dì che ti piace

Social Mamma e il grembiule

Nell’articolo della Stampa si legge: “anche i più piccoli hanno un’identità da difendere”! Noi di Social Mamma siamo perfettamente d’accordo ma attenzione, come sottolinea Tajfel, le persone costruiscono le proprie identità dalle loro appartenenze ai gruppi - twitta questa frase! >  e cioè dai gruppi a cui apparteniamo, dal ruolo che vi ricopriamo, dalle emozioni che viviamo quando vi passiamo del tempo (siano gruppi scolastici, lavorativi, di amici). Tutto questo ci offre informazioni sulla nostra identità e ci aiuta ad attribuirci o meno un certo valore.

Quindi, come genitore, sarebbe opportuno auspicarsi, grembiule o non grembiule, che il nostro bambino trascorra serenamente il tempo all’interno di tutti i gruppi che frequenta. Questo lo aiuterà a crescere più sicuro e a sentirsi sempre all’altezza degli altri.

E voi che ne pensate, siete pro grembiule o contro?

commenti Facebook all'articolo Grembiule a scuola, pro e contro

Che ne pensi?

Social Mamma è anche tuo, condividi le tue esperienze con noi! Cosa pensi di Grembiule a scuola: sei pro o contro? Per la psicologa…? Scrivilo qui sotto!
Parola chiave: Grembiule a scuola: sei pro o contro