Calo di attenzione a scuola: 3 consigli per i bambini

Calo di attenzione a scuola

Non è facile mantenere la concentrazione in quest’ultimo periodo dell’anno: il calo di attenzione a scuola, in questo periodo, è quasi fisiologico. Sia i bambini che le maestre si fanno sopraffare dalla stanchezza e mettere in campo le ultime energie richiede uno sforzo non da poco. Le verifiche però incalzano e quindi occorre rimboccarsi le maniche. Come fare in modo di non perdere la concentrazione?

3 consigli per contrastare il calo di attenzione a scuola

  • non cambiare già i ritmi – è vero che le vacanze sono vicine ma è anche vero che non sono ancora ufficialmente arrivate. Evitate quindi, anche nel week end, super riposini o rientri notturni… - twitta questa frase! > il primo consiglio per contrastare il calo di attenzione a scuola è quindi quello di cercare di tenere gli stessi ritmi dell’inverno, questo aiuterà il bambino a stare più concentrato;
  • studiare in coppia – se trovate un’altra mamma favorevole, potreste pensare di far svolgere a vostro figlio alcuni compiti assieme ad un compagno di classe - twitta questa frase! > . Con la vostra supervisione potreste creare delle situazioni di competizione o di collaborazione che aiuteranno il bambino a non ridurre il suo livello di attenzione;
  • aumentate le pause – proprio perché in questo periodo dell’anno il calo di attenzione a scuola è quasi fisiologico, lasciate che i bambini facciano pause più frequenti - twitta questa frase! > in modo da non trascinare lo studio in maniera inutile e improduttiva.
Prima di proseguire, per favore, dì che ti piace

Le vacanze sono alle porte… manca poco… un ultimo sforzo!!!:)

Che ne pensi?

Social Mamma è anche tuo, condividi le tue esperienze con noi! Cosa pensi di Calo di attenzione a scuola: 3 consigli per i bambini? Scrivilo qui sotto!
Parola chiave: Calo di attenzione a scuola