Bambini che non controllano la rabbia: 3 consigli dalla psicologa

bambini che non controllano la rabbia

Guardando i nostri bambini ci rendiamo conto che crescere è un po’ come… andare in guerra! Ogni tappa è una battaglia e il bottino che guadagni è una piccola grande conquista.

L’obiettivo è diventare sempre più autonomi, ognuno nel suo piccolo, ognuno in base alle sue possibilità, in un apprendimento continuo che, come dice una famosa pubblicità, porterà i nostri piccoli ad assaporare il “gusto vero della vita”. Ma la vita ahimè alle volte ha anche un sapore amaro… non sempre riusciamo ad ottenere ciò che vogliamo, non basta sfregare una lampada e chiedere al genio di esaudire i nostri desideri.

Ed ecco che i nostri bimbi si arrabbiano e a niente serve spiegare che “non si può avere tutto”, che “è tardi e dobbiamo andare via”, “che non puoi mangiare sempre patatine”! Sono davvero tanti i bambini che non controllano la rabbia!

I motivi per i quali i bambini faticano a controllare la rabbia

Sembra che oggi, rispetto a un tempo, i bambini siano meno allenati a controllare la rabbia. Come mai? Proviamo a dare una risposta, le ragioni sono essenzialmente sociologiche, ve ne proponiamo tre:

  1. oggi i bambini hanno meno responsabilità: i nostri genitori e i nostri nonni erano abituati a delegare ai piccoli molte attività domestiche e non. Pensiamo a che età i nostri genitori hanno iniziato a lavorare…
  2. la famiglia era al primo posto nella scala dei valori: vigeva un profondo rispetto per la famiglia unito a un padre di famiglia nella maggior parte dei casi autoritario e temuto.
  3. l’emancipazione della donna e la delega di alcune funzioni genitoriali: oggi la donna lavora e quindi inevitabilmente i bambini si interfacciano con altri adulti significativi. Ma questi riescono sempre ad essere coerenti con la linea educativa scelga dai genitori?

Questi e altri motivi hanno creato una generazione che fa sempre più fatica a gestire i “no”, la rabbia e a sopportare le frustrazioni.

Prima di proseguire, per favore, dì che ti piace

Cosa fare per aiutare i bambini a controllare la rabbia

Ma allora, cosa dobbiamo fare per aiutare i nostri bambini a controllare la rabbia? Ecco 3 consigli che potrebbero esservi d’aiuto.

  1. restate fermi sulle vostre posizioni: alle volte è proprio difficile essere categorici; vuoi per stanchezza vuoi per sfinimento alla fine siamo portati a cedere alle richieste del nostro piccolo. Passi per qualche volta, ma essere decisi è la chiave giusta per fare in modo che i vostri figli non pretendano ancora di più;
  2. siate coerenti: cercate di portare avanti stili educativi condivisi in modo da non creare confusione e non destabilizzare vostro figlio e anche voi. Il bambino saprà che a decidere sono sempre i grandi;
  3. fatevi spiegare le ragioni del vostro bambini: anche i bambini, seppur piccoli, hanno le proprie ragioni. Alle volte si arrabbiano semplicemente perché non riescono a spiegarle. Parlate con i vostri figli, non lasciate che covino dentro la rabbia, potrebbe diventare una bomba ad orologeria e a quel punto sarà ancora più difficile da gestire!

La rabbia è un emozione e come tale è fondamentale per i nostri bambini, ciò che conta è aiutarli a catalizzarla in maniera costruttiva… sempre per crescere insieme!

Potrebbe interessarti anche: “Bambini nervosi e agitati, cosa fare: cause e rimedi“, leggilo!

A proposito, prima di commentare, guarda questo divertente video: naturalmente è solo uno scherzo!

Che ne pensi?

Social Mamma è anche tuo, condividi le tue esperienze con noi! Cosa pensi di Bambini che non controllano la rabbia: 3 consigli dalla psicologa? Scrivilo qui sotto!
Parola chiave: bambini che non controllano la rabbia