Autismo e Social Network: nuove modalità di approccio

autismo e social network

Si chiama “Social Innovation Home e Mindbook” ed è l’ultima novità in campo di autismo. Di cosa si tratta? L’idea è di una cooperativa di Piacenza che ha messo a punto una modalità ad hoc per permettere alle persone con disturbo dello spettro autistico di relazionarsi attraverso i Social Network.

Come funziona il progetto

In un primo tempo i ragazzi vengono affiancati da uno psicologo che li guida nella scelta dei principali interessi, gruppi o delle persone che conoscono. Nelle prime interazioni e nella gestione del profilo appare ancora la figura dello psicologo come guida e supporto al ragazzo, ma a poco a poco l’esperto sfuma la sua presenza per regalargli sempre più autonomia.

Stiamo parlando di casi con gravità media ma la cosa più significativa è l’obiettivo finale: fare in modo che si giunga a una conoscenza faccia a faccia perché è dal vivo che inizia la vera relazione.

Prima di proseguire, per favore, dì che ti piace

Perché sono utili i Social Network per i ragazzi autistici

Qual è il senso di questo progetto? Lavorare per l’inclusione sociale, in maniera graduale e controllata in modo da non far sentire mai spaesato il ragazzo ma comunque assicurandogli un senso di gratificazione e compiacimento che solo l’Altro può dare.

Noi di Social Mamma siamo convinti che questa è la strada giusta, dobbiamo creare quanti più ambienti accoglienti possibili, virtuali ma soprattutto reali affinché tutti possano provare l’emozione di sentirsi amati [fonte redattoresociale.it]

Che ne pensi?

Social Mamma è anche tuo, condividi le tue esperienze con noi! Cosa pensi di Autismo e Social Network: nuove modalità di approccio? Scrivilo qui sotto!
Parola chiave: autismo e social network