3 consigli per aumentare l’autostima nei bambini

autostima nei bambini

E’ un concetto psicologico ormai entrato nell’opinione comune, un’auto-riflessione profonda sul valore che si attribuisce a sé stessi e che guida i nostri comportamenti e quelli dei nostri figli: è l’autostima! Un bambino con un buon livello di autostima è sicuramente un bambino meglio equipaggiato - twitta questa frase! >  e più “corazzato” nel suo percorso di crescita.

Cos’è l’autostima?

Per autostima si intende il valore che la persona si attribuisce, l’idea che ognuno di noi ha di sé (Sé reale) che viene continuamente confrontata con ciò che vorremo diventare (Sé ideale) – Pope (1992). Il concetto di autostima viene spesso affiancato al concetto di  autoefficacia e cioè con “le convinzioni circa le proprie capacità di organizzare ed eseguire le sequenze di azioni necessarie per produrre determinati risultati” (Bamdura, 2000).

L’autostima non è quindi una semplice misurazione di ciò che si sa fare ma è ciò che crediamo di essere in grado di fare quando la vita ci mette davanti alle sue tante sfide.

Prima di proseguire, per favore, dì che ti piace

Cosa succede quindi nel bambino? Il bambino può attribuire un certo valore a sé stesso in base a ciò che percepisce di essere in grado di fare. E’ importante, però, che questa associazione non diventi automatica… Se un bambino pensa di non essere in grado di fare qualcosa, gli adulti di riferimento dovranno concorrere a sfatare questo mito… come? Ecco tre consigli per aumentare l’autostima nei bambini (o evitare che diminuisca…)

Primo consiglio per l’autostima del tuo bambino: l’esempio.

Porta esempi della tua esperienza personale – “Anche io da piccolo non sapevo nuotare… poi a poco a poco ho imparato”…

Secondo consiglio per l’autostima del tuo bambino: l’attesa.

Rispetta le tappe evolutive – Non serve pretendere che un bambino della scuola dell’infanzia sia per forza già capace di leggere e scrivere o che in terza media sia già in grado di giocare perfettamente a pallavolo. Molti magari lo sono ma ognuno ha i propri ritmi - twitta questa frase! >  e, sebbene la vita abbia il sapore amaro della competizione, lasciamo che bambini e ragazzi assaporino ancora per un po’ il sapore dolce della scoperta.

Terzo consiglio per l’autostima del tuo bambino: i limiti.

Insegna ad accettare i limiti. Non è detto che tutti debbano saper fare tutto, c’è chi è più portato per il nuoto e chi è più portato per la danza, per l’italiano piuttosto che per la matematica. Rincorrere la perfezione in tutti i campi è un miraggio ed è profondamente ingiusto per i bambini. Anzi, sarà proprio assaporando le piccole frustrazioni che i bambini scopriranno i loro talenti… allora sì che la loro autostima sarà a mille.

In fondo, dobbiamo ammetterlo: “non vediamo le cose per come sono ma per come siamo.” (Anais Nin)

Che ne pensi?

Social Mamma è anche tuo, condividi le tue esperienze con noi! Cosa pensi di 3 consigli per aumentare l’autostima nei bambini? Scrivilo qui sotto!
Parola chiave: autostima nei bambini